Get Adobe Flash player

Presentazione del libro dello scrittore irpino Gerardo Bruno “Il sogno del Guerriero – le Forche Caudine”

Il 1° Maggio, alle ore 9.30, presso la Biblioteca Statale di Montevergine a Mercogliano si terrà la presentazione del libro dello scrittore irpino Gerardo Bruno “Il sogno del Guerriero – le Forche Caudine” inserito all’interno dell’iniziativa nazionale del Maggio dei Libri 2018.

locandina libro con logo

Il volume è un romanzo storico ed affronta, in chiave squisitamente culturale, l’annosa tematica della battaglia delle Forche Caudine, descrivendo nei minimi dettagli fatti e luoghi. Ne viene fuori un quadro dalle tinte chiare che contribuisce non poco a fare luce sulla vicenda.

Ad introdurre l’evento ci sarà il Direttore della Biblioteca Statale di Montevergine Padre Andrea Davide Cardin, il Presidente della Pro-Loco di Mercogliano Avv. Vittorio D’Alessio, presenta e modera laDott.ssa Anna Battaglia della Biblioteca.

Share

IX Cornoscalata al santuario Mercogliano - Montevergine dedicata a Michele Porraro

La Pro Loco di Mercogliano in collaborazione con Il Comitato US Acli di Avellino organizza:
la 9^ Cronoscalata al Santuario Mercogliano-Montevergine "dedicata a Michele Porraro",

tappa di arrivo anche della 101^ Edizione del Giro d'Italia.

 

APERTE UFFICIALMENTE LE ISCRIZIONI ONLINE AL SEGUENTE SITO:

 

https://www.cronogem.it/…/13-cronoscalata-al-santuario-di-m…

 

QUOTA ISCRIZIONE:
€ 13,00;

cornoscalata

 

Share

Buona Pasqua

prova 1    

"Pasqua: la festa di chi crede che il miracolo della vita possa stupire in ogni momento.
Che in questa nuova Pasqua possa risorgere la speranza,là dove speranza non c'è più.
Che ogni uovo,simbolo della vita,possa schiudersi e nascere la pace,là dove pace non c'è più.
Che questa nuova Pasqua possa donare la serenità nel cuore di tutti noi".
La Pro Loco di Mercogliano augura a tutti voi una serena Pasqua.

 

Share

Cronoscalata 2018

foto cronoscalata

Ritorna anche quest'anno,Sabato 9 Giugno,la 9^ Cronoscalata al Santuario Mercogliano- Montevergine (AV) dedicata a "Michele Porraro".

Attesissimo appuntamento per gli appassionati delle due ruote

#workinprogress

Share

LA CANDELORA- cenni di una tradizione tra sacro e profano


cadelora-1024x682 1232723 

La Candelora è una festa religiosa che non viene vissuta con lo stesso trasporto in tutta Italia e che, anzi, è addirittura sconosciuta in molti luoghi della penisola. Prima di tutto il significato: tecnicamente, per la Chiesa Cattolica il 2 febbraio si celebra la presentazione di Gesù al Tempio. Il nome 'Candelora' è attribuibile al fatto che in questo giorno si benedicono le candele, simbolo di Cristo "luce per illuminare le genti". Fu per questo, per portare luce alle genti, che il vecchio Simeone - secondo il Vangelo - chiamò Gesù durante l'episodio della presentazione al tempio, prescritta per i primogeniti maschi dalla legge giudaica.

 

 

candelora 2

 

In Campania la Candelora viene celebrata, oltre che per la sua valenza religiosa, anche per motivazioni diverse, legate ad uno spirito folkloristico e pagano in grado di mescolare sacro e profano e che hanno reso questa ricorrenza una grande occasione di apertura verso gli omosessuali e la comuità lgbt. Dalla gente del posto viene anche definita la "Festa dei femminielli".
Montevergine è ormai un luogo simbolo di questa festività: una leggenda narra, infatti, che 
due giovani, scoperti in un amplesso omosessuale, furono banditi dal loro paese e lasciati a morire di fame e di freddo nei boschi, legati ad un albero. Soltanto la Madonna ebbe pietà di loro e li salvò dalla condanna. Un miracolo che, ogni anno, viene ricordato e onorato al suono di tammorre e nacchere,con canti licenziosi,motti salaci e vesti coloratissime.

Anche stavolta, come succede ormai da anni, madrina dell'evento sarà Vladimir Luxuria. Presenti anche tante associazioni per i diritti omosessuali.

Share

Gli appuntamenti della Zeza di Mercogliano per il carnevale 2018


La Zeza di Mercogliano animerà le strade cittadine nei giorni 4-11 e 13 Febbraio 2018...Non mancate!

Share

Montevergine al cospetto del Papa. Il Santuario Verginiano pronto ad allestire il Presepe in Piazza San Pietro.

Sarà l’Abbazia Territoriale di Montevergine a realizzare il presepe che adornerà la Piazza San Pietro di Roma per il Natale 2017. L’ufficialità del prestigioso impegno arriva direttamente dalla Santa Sede che per il tradizionale allestimento del presepe, icona del mistero dell’incarnazione ha scelto tra le numerose candidature quella di Montevergine.

L’Abbazia Territoriale di Montevergine, con il supporto della Regione Campania, offrirà un’opera di arte presepiale in stile napoletano settecentesco, realizzata dalla Bottega d’Arte Presepiale Cantone e Costabile di Napoli, avente come tema le sette opere di Misericordia, che sarà presentata il 7 dicembre prossimo e resterà in esposizione fino al 7 gennaio 2018.

 

In un contesto napoletano del XVIII sec., una superficie di circa 80 metri quadri per un’altezza massima di 7 metri, saranno disposte 20 figure con un’altezza variabile di circa 2 metri, con teste ed
arti in terracotta policroma, occhi in cristallo ed abiti in tessuto.
L’opera presepiale è stata concepita per avere come quinta naturale la stessa Basilica di San Pietro, proprio a voler unire la composizione classica della scenografia con la facciata della Basilica barocca; la plasticità scultorea guiderà l’osservatore nel pathos delle diverse opere della misericordia. Le sette opere raffigurate nel presepe offriranno un momento di meditazione al visitatore, ricordandogli l’importanza di essere protagonista di questi atti nei quali l’uomo si fa
strumento di Dio dalle origini del mondo fino ad oggi.
Montevergine sarà presente in quest’opera con l’immagine di “Mamma Schiavona” che, in quanto
Madre di Misericordia, veglia su chi agisce con amore nei confronti del prossimo e proprio attraverso questo presepe si donerà a tutto il mondo l’importante messaggio di amore e di misericordia, tanto caro a Papa Francesco.

 

Share

Le mele AISM scendono in piazza contro la sclerosi multipla

 

Torna la Mela di AISM in 5 mila piazze italiane per sostenere la ricerca sulla sclerosi multipla e implementare i servizi per i giovani i più colpiti dalla malattia.

Le mele scendono in piazza sin dal 4 ottobre, per il #DonoDay2017 ma anche sabato 7 e domenica 8 ottobre, in cui 10 mila volontari AISM distribuiranno oltre 4 milioni di mele.

A fronte di una donazione minima di 9 euro si potrà portare a casa un sacchetto da 1,8 kg di mele della qualità Granny Smith (mela verde), NoaRed (mela rossa) e Golden Delicious (mela gialla).

Anche la Pro Loco Mercogliano si schiera a favore della ricerca contro la sclerosi multipla sostenendo l'iniziativa. Il 4, il 7 e l'8 Ottobre vi aspettiamo presso la sede di Via Ramiro Marcone. Domenica 8 Ottobre saremo presenti anche presso la Chiesa Ss. Annunziata e San Guglielmo a Mercogliano. Dai il tuo contributo!

Share

Feed

Nessun URL feed specificato.